Casa in affitto, a fine contratto l’inquilino non deve imbiancare

Casa in affitto, a fine contratto l’inquilino non deve imbiancare

Per la Cassazione la clausola che crea un vantaggio extra canone è nulla anche se è stata sottoscritta con gli altri patti. E il proprietario non può pretendere la casa rimessa a nuovo

di Saverio Fossati

 

È nulla, quindi come se non fosse mai esistita, la clausola che obbliga l’inquilino a fine locazione a eliminare le conseguenze del deterioramento dovuto all’uso normale dell’immobile, quindi ritinteggiandolo. Lo dice la Corte di cassazione (leggi la sentenza 29329/2019). Si tratta di una questione che a fine locazione viene sempre messa in discussione, anche se è scritta nel contratto. A volte viene pretesa dal locatore anche se non è scritta.

La sentenza
Ma in realtà la tinteggiatura non è mai dovuta perché, ricorda la Cassazione citando un precedente del 2013, l’unico compenso che può essere trattato e previsto nel contratto è il canone d’affitto: «La clausola che obbliga il conduttore a eliminare, al termine del rapporto, le conseguenze del deterioramento subito dalla cosa locata per il suo normale uso (nella specie ponendo a suo carico la spesa per la tinteggiatura delle pareti) deve considerarsi nulla, ai sensi dell’art. 79 della stessa legge 392/78 perché, addossando al conduttore una spesa di ordinaria manutenzione che la legge impone, di regola, a carico del locatore, attribuisce a quest’ultimo un vantaggio in aggiunta al canone, unico corrispettivo lecitamente pattuibile a carico del conduttore».

Stop ai «vantaggi»
In sostanza, quindi, niente clausole extra-canone che possano creare un vantaggio per il proprietario: è evidente che la casa deve essere consegnata nel normale stato in cui si trova un immobile dopo un uso prolungato e commisurato alla durata della locazione e non certo rimesso a nuovo e pronto per essere riaffittato il giorno dopo.

@IlSole24ore
https://www.ilsole24ore.com/art/affitto-non-si-obbliga-l-inquilino-rimettere-nuovo-casa-ACRMAjy?utm_term=Autofeed&utm_medium=FBSole24Ore&utm_source=Facebook&fbclid=IwAR1CqiNJbNwbZRho90ieQlihb4OsERoPFE3DBgbecigNEzBQbyeK0OEMLy0#Echobox=1573725458

Post correlati

Al via il condono della case abusive costruite nella zona rossa del Vesuvio

Dopo un accordo tra Pd e Forza Italia, il consiglio regionale della Campania ha sbloccato le...

Continua a leggere

Tornano mutui al 100%, e il tasso è competitivo

Lo scorso mese è stato caratterizzato da un’impennata delle richieste di surroga e, a ottobre,...

Continua a leggere

Mutui, in arrivo tassi ancora più bassi. Così tornano a salire le surroghe

Le nuove misure delle Bce rilanciano il Qe e portano a nuovi minimi il costo del denaro. I bassi...

Continua a leggere

Partecipa alla discussione

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.